Le sfide virali proposte sui social molto spesso si sono rivelate completamente stupide o peggio, pericolose.

Ma capita che, a volte, queste sfide nate per gioco, possono portare qualcosa di buono, come accadde per la Ice Bucket Challenge, sfida lanciata qualche anno fa per raccogliere i fondi per la ricerca sulla SLA.

Ecco la “Trash Challenge” la nuova sfida che impazza sul web che invita gli adolescenti di tutto il mondo a scegliere un luogo sporco e a ripulirlo dai rifiuti.

La sfida della Trash Challenge nasce quasi per provocazione, spingendo gli utenti a mettersi in mostra per qualcosa di veramente utile e non con imprese stupide e/o pericolose.

Caratterizzata dall’ hashtag #trashtag sta davvero mobilitando i ragazzi di tutto il mondo. La sfida consiste nello scegliere un luogo con rifiuti, scattare una foto prima dell’intervento di pulizia, seguita da un’altra in cui i rifiuti sono stati rimossi. Le due immagini vanno poi postate sui social.

Tantissime sono le foto postate sui social network, si contano infatti solo su Instagram oltre 30 mila post, dalla Malesia a New York, fino alle Filippine, sono già state ripulite spiagge, parchi e strade dapprima disseminate di rifiuti, poi del tutto trasformate.