Grazie all’intervento effettuato all’Ospedale infantile regina Margherita di Torino la bambina potrà mangiare da sola.

Per la prima volta ha iniziato a deglutire e a scoprire cosa sono i sapori.

E’ accaduto ad una bimba di 3 anni sottoposta ad un eccezionale intervento di ricostruzione dell’esofago all’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino.

Nata con una malformazione congenita, l’Atresia esofagea di tipo I, Alice non possedeva un tratto del canale alimentare che collega la faringe allo stomaco. Per questo le è sempre stato impossibile alimentarsi normalmente, come qualsiasi neonato, ma ricorrendo inizialmente all’alimentazione tramite sondino all’interno dello stomaco e poi per via parenterale.

A soli due mesi di vita era stata operata a Milano: l’intervento tuttavia non aveva avuto esito positivo, causando invece un ulteriore peggioramento delle condizioni della piccola.

I chirurghi sono riusciti ad asportare il tratto cicatriziale e a ricostruirle l’esofago usando il tessuto esofageo stesso.

L’assessore alla Sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta, definisce l’intervento «un piccolo grande miracolo»

La bambina si trova a Torino con i genitori affidatari, in questo la famiglia biologica si è trasferita in Francia per seguire la sorellina ammalata, ricoverata nel reparto di degenza ad Alta intensità della Chirurgia pediatrica.

Ora Alice, dopo decorso postoperatorio di oltre un mese, sta iniziando pian piano a mangiare da sola, a recuperare l’uso della bocca, scoprendo il gusto dei cibi.